Cerca

Come vincere la paura: 3 passi per farla svanire

come non avere paura

Come si affronta la paura:

Per affrontare al meglio questo stato d’animo l’arma migliore che hai a disposizione è la conoscenza di te stessa.

La paura va ascoltata non combattuta. Ma cosa è una paura, e cosa è il coraggio? Il coraggio serve per superare la paura?

Essa è una emozione che il tuo inconscio ti fa provare e che in altre parole ti comunica la tua vulnerabilità dovuta ad un disagio emotivo del passato. La troviamo nella maggior parte dei casi, in una richiesta di aiuto inascoltata che ti racconta ancora oggi dell’emozione incontrollabile che provavi da piccolo verso un evento, sia concreto, come ad esempio un rapporto anaffettivo con i propri genitori, oppure esistenziale, ossia, il rendersi conto di non ricevere tutti gli strumenti necessari per poter affrontare da grandi gli eventi emotivi e le difficoltà.

Se hai ancora delle paure, vuole dire che in quel tempo non hai avuto la possibilità affrontare al meglio alcuni aspetti della tua vita.

Si dice che la paura è irrazionale perché oggi non hai più quella vulnerabilità di quel tempo, ma nel tuo inconscio rimane quella emozione, come spiego nel post Imprinting Emozionale

Il coraggio invece è uno stato emotivo Razionale utile come incitamento al fare ed affrontare la vita, ma nulla può sulle motivazioni che ti generano l’emozione della paura e per questo da solo serve a poco per  affrontarla, in quanto ciò che in te fa scaturire quella paura rimane dentro nell’inconscio ad una profondità inaccessibile per la tua coscienza.

Quindi il coraggio a cosa serve?

Il coraggio serve nel quotidiano, per affrontare le sfide che la vita ci chiede, ad osare, a spingerti un po’ oltre ciò che sei. Quindi si possono superare le paure, come vincere la paura che si cela nel nostro io?

Come eliminare la paura

Il superamento non solo è possibile, ma anche indispensabile per poter avere una vita piena e realizzante: non è possibile abitare la felicità stabilmente se una paura ti dirige la vita. Per farlo è necessario fare un lavoro su te stesso, la cui intensità e durata dipendono da quanto quella tua paura è profonda e fissata in te. Il tempo necessario infatti per inabilitare una paura, varia da una settimana a diversi mesi.

La prassi da seguire si caratterizza dall’avvio  di processi mentali profondi riconducibili in 3 Passi distinti:

  • Passo 1.  L’auto-consapevolezza
  • Passo 2.  La Traduzione
  • Passo 3.  Essere nel qui ed ora

L’auto consapevolezza, è necessaria in quanto ti aiuta a comprendere quale messaggio il tuo inconscio cerca di inviarti attraverso la paura, e cosa vuole dirti e dire nel contempo al mondo quando senti una paura. Ti permette di ricongiungerti al tuo bambino interiore, ascoltarlo per ascoltarti.

La Traduzione è una fase fondamentale per delineare esattamente quale è l’origine della emozione dell’infanzia che oggi si è convertita in paura.

Fai attenzione, occorre cercare  la paura “madre”, che oggi genera nel tuo mondo per proiezione, la paura che poi collochi irrazionalmente su qualcosa e che da  bambino poteva essere.  Verso  l’ignoto,  la vita, i mostri, o la perdita dei genitori, la loro anaffettività, o qualsiasi altra cosa che oggi appunto il tuo inconscio ti fa rivivere quell’emozione proiettandola su un’altra paura apparentemente scollegata.

Per rispondere al quesito “come vincere la paura” è necessario quindi fare prima una “traduzione” per comprendere a quale aspetto di noi bambini apparteneva. Di seguito ti farò un esempio.

Il Qui ed Ora invece è quello stato emotivo che ti permette di avere la lucidità di comprendere quanto questa paura sia limitante per te oggi e quanto ti allontani dal quello che vuoi fare nella vita.

Solo abitando nel qui ed ora puoi comprendere quali danni provoca alla tua vita un atteggiamento di paura, “sentire” come vivrai senza questo limite, genera in te quello che viene chiamato coraggio, ossia uno stato di consapevolezza superiore che ti porta ad affrontare la paura.

Come superare la paura: liberati da questa condizione

La paura alla fin fine è uno stato emotivo che ti allontana da te stesso e dalle tue mete, un ostacolo quindi alla tua realizzazione felice nel presente che nel contempo ti ricorda una infelicità passata e forse oramai rimossa in te.

Vi racconto la paura Proiettata e la Paura  Madre di un mio allievo:

Egli mi raccontava di un suo problema ossia, che aveva paura di volare! Aveva questa emozione disagevole nonostante facesse la collezione di aereo modellini e fosse un appassionato di tutto quanto volasse. Questa paura gli creava molti problemi  in quanto per lavoro doveva spostarsi spesso di città in città ed era costretto quasi sempre ad usare l’auto per i lunghi viaggi.

Gli chiesi cosa esattamente gli faceva paura nel volare: l’aereo in se ? L’altitudine? Il vuoto?

La sua risposta fu no! Nessuna delle tre !

Allora gli chiesi di parlarmi delle sue fantasie pensando di volare su un aereo, ed emerse che egli era preoccupato per il pilota. Gli chiesi allora di parlarmi di suo padre, che tipo era e cosa era stato per lui. Mi racconto che suo padre, pur essendo stato una brava persona, di fatto non era stato presente come guida nella sua vita e che quindi lui si era fatto da solo.

Capi in quel momento, che lui non aveva paura di volare in aereo, ma dell’affidabilità del pilota dell’aereo.

Egli proiettava sul pilota suo padre !

Quel pilota rappresentava il non aver avuto una guida affidabile e la conseguente paura di non farcela da solo nella vita.

Il suo inconscio, raccontava a lui ed agli altri  questo fatto doloroso, attraverso il non fidarsi del comandante dell’aereo, quindi di aver paura di volare

Vincere la paura: affronta le tue insicurezze

Come accaduto in questo caso, una volta tradotta l’emozione della paura, essa perde già il 50% del suo impatto emozionale su te stesso e con il 2° passo il qui ed ora risulterà facile ed agevole rimpicciolirla fino ad essere irrilevante nella tua vita. Ecco il primo fondamentale punto di partenza su come vincere la paura.

Se riesci a fare questi 3 passi  l’inconscio una volta che lo hai compreso “svelandolo”, non ha più bisogno di ricordarti cosa un tempo temevi attraverso la paura di oggi e quindi non ti farà più provare paura, tutt’al più avrai leggeri timori per il ricordo, ma ti sarai liberato da quel peso sempre più ingombrante che ti condizionava la vita

vincere-la-paura

Hai una paura e vuoi farla svanire ?

 

Raccontamela!

Giorgio Del Sole

 

Per entrare  in contatto con me scrivimi.

 

  • Inserisci il tuo numero di telefono
  • Scrivi qui il tuo messaggio

 

 

Se vuoi entrare in contatto con me, pormi domande o raccontare la tua esperienza,  utilizza il tasto WhatsApp sarai richiamato entro 24 ore.

 

POST CORRELATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *